Storia e descrizione della Masseria

La Masseria Tagliente si estende tra le colline delle Murge, su una superficie di 180 ettari, costituita da un bosco di querce e di macchia mediterranea. 

La casa con l’attigua cappella è architettonicamente una delle più belle ed importanti nel suo genere.

Edificata nel 1849, è ancora arredata con autentici mobili di famiglia e rappresenta una rara testimonianza del passato, poiché ha mantenuto nel tempo, senza soluzione di continuità, la sua secolare destinazione di casa signorile di villeggiatura del proprietario e di azienda agricola e zootecnica, oggi all’avanguardia.

E’ un’autentica masseria, nella quale si allevano cavalli murgesi, mucche, capre, pecore ed animali da cortile. 

Attraverso sentieri nel bosco è possibile raggiungere la “Grotta delle Cento Camere”, un tempo rifugio di briganti, e la Gravina.

Intorno alla casa vi sono numerosi trulli, risalenti presumibilmente al XVIII secolo, alcuni dei quali hanno conservato l’originaria antichissima destinazione di ricovero per gli animali e per il foraggio.

Dalla casa, posta ad una altitudine di circa 420 metri si vede il Mar Ionio ed i monti del Pollino in Calabria.

Clicca qui per una foto gallery completa della Masseria

 

 





 



 

 



 

 

 

 

 

Masseria Tagliente - una storica dimora nella Valle d'Itria